Comuni interessati: Lodé, Siniscola, Lula;

Lunghezza: 12 Km circa;

Dislivello in salita: circa 700 metri;

Tempo di percorrenza: 8 ore;

Difficoltà: E;

Tragitto: sentiero;

Tipo di terreno: sentiero, sterrata, pietrisco;

Segnaletica: cartello iniziale, per tutto il resto del percorso inesistente ;

Attrezzatura:  vestiario adatto alla stagione, scarpe da trekking, toiletta personale;

Pasti: pranzo al sacco, merenda;

Acqua: scorta adeguata alla stagione (in Giugno, Luglio, Agosto anche 3,5 litri a persona).


Il Montalbo è un imponente massiccio calcareo situato nel cuore della Sardegna tra i comuni di Lodé, Siniscola e Lula. Questo massiccio sprigiona un fascino enorme, si erge roccioso e spoglio, tra monti e colline verdissimi, la sua meravigliosa presenza sembra fuori luogo e fuori dal tempo.

Pareti rocciose alte centinaia di metri, imponenti creste calcaree, un panorama meraviglioso che guarda sino al mare, grotte e insenatura, una linea di cresta lunga ben 13 km, un paesaggio praticamente desertico quasi lunare tra punta Matucrone e Guturgius, un verde che conquista la nuda roccia verso sud a punta Ferulargiu e Romasinu: questo è Montalbo.

Iniziamo la nostra salita verso il massiccio dalla cantoniera Guzzurra, immersi nel verde intenso della macchia mediterranea e pervasi dal profumo del mirto. Il sentiero è discretamente segnalato per il primissimo tratto, dopo qualche centinaio di metri, si perde nelle rocce calcaree. Sul massiccio non esistono sentieri tracciati, il caldo è veramente intenso e l'ascesa abbastanza impegnativa, è sconsigliabile avventurarsi in solitaria e senza l'attrezzatura necessaria.
\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n
Dopo circa 1 ora e mezza di dura salita giungiamo tra le vette del Montalbo, e ci lasciamo meravigliare dal paesaggio che si apre attorno a noi..
Tra cielo e mare, in una spettacolare cornice desertica, nell'habitat naturale di aquile reali, mufloni, cinghiali e capre..all'orizzonte, guardando verso est, si ammira il tratto di mare tra Posada e Santa Lucia. Nel frattempo ci lanciamo alla scoperta del massiccio tra le meravigliose vallette che si creano tra le punte di Guturgius e Matucrone.
Percorrendo le creste in direzione est, di fronte avvistiamo Punta Cupetti che si erge sino a 1029 metri.
Il Montalbo è un magnifico esempio della varietà di meravigliosi paesaggi montani che nasconde la Sardegna; l'isola è un continente che si distingue per la pluralità delle sue meraviglie naturali, qui dove mare  e terra convivono legati da un unico destino.

 

Per informazioni non esitate a contattare:
 
Stefano al +39 333.68.98.146
 
o attraverso mail:

 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sardinia Trekking, di Stefano Meloni è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – N. C. – N. O. D.